Due mondi distanti, quello della scuola e della marginalità sociale, che da tempo hanno trovato un punto di contatto nella stretta collaborazione tra Binario 95 e la scuola IC Alfieri-Lante della Rovere di Roma.

Nonostante la chiusura degli istituti scolastici, l’emergenza pandemica non ha impedito l’esperienza formativa e di arricchimento personale. Infatti, i laboratori musicali e artigianali sono stati portati avanti a distanza ma in contemporanea con ospiti e ragazzi via web.

Le testimonianze dei ragazzi e le ragazze che hanno partecipato:

Il valore della solidarietà

In questo primo anno di scuola media abbiamo partecipato a diverse attività solidali insieme a Binario 95, un centro di accoglienza per i senza dimora, situato a Roma Termini.

Questa associazione si occupa anche della gestione dei cosiddetti orti sociali: dei piccoli laboratori di cittadinanza attiva dove si sperimentano gli effetti benefici di coesione sociale. Gli orti sociali servono a dare una cornice di riferimento in cui sviluppare le proprie attitudini. Questi si trovano a Villaggio 95, una piccola comunità dove persone e famiglie in difficoltà coltivano e socializzano tra loro. In questo villaggio si fanno anche dei manufatti realizzati con materiali riciclati. Io e i miei compagni di classe abbiamo creato, sotto la guida della prof.ssa di Arte, Stefania Grillo, delle presine di lana e cotone con l’uncinetto, che poi abbiamo confezionato in scatole da tè, che abbiamo decorato.

Questa esperienza mi ha fatto capire che solidarietà vuol dire impegno attivo e gratuito ed ho imparato quanto aiutare altre persone ti faccia sentire bene. Sono felice di aver contribuito ad un progetto sociale così importante, che ha coinvolto me, i miei compagni, le nostre famiglie e le professoresse di Religione, Paola Apostoli, e di Arte, Stefania Gloria Grillo.

Giorgio Grimaldi, 1F, Scuola secondaria di I grado Alfieri Lante della Rovere

Villaggio 95: luogo di incontro e socialità

Durante questo primo anno scolastico alla Secondaria di I grado grazie alla professoressa di Religione, Paola Apostoli, abbiamo conosciuto Binario 95: un importante centro di accoglienza per i senza dimora che si trova alla Stazione Termini. Tale organizzazione offre ascolto e soluzioni alle persone che non hanno più nulla, cercando di reinserirle nella vita sociale e ridare loro la giusta dignità.

Questa associazione ha elaborato un progetto chiamato Villaggio 95 in cui sono stati creati gli orti sociali: appezzamenti di terra che si trovano nelle periferie o in aree abbandonate della città. Questi sono stati creati con l’obiettivo di offrire un’occupazione alle persone più bisognose, facendo loro coltivare frutta e verdura in questi terreni. Sono un luogo di incontro dove persone e famiglie in difficoltà socializzano e coltivano la terra. In questo spazio si è tenuta un’esposizione e una presentazione di oggetti realizzati con materiali riciclati. La nostra scuola, Alfieri Lante della Rovere, e nello specifico la mia classe, 1^F, ha partecipato alla mostra creando con l’uncinetto delle presine di diversi colori con la lana ed il cotone trovati in casa. La prof.ssa di Arte, Stefania Grillo, ci ha insegnato a lavorare l’uncinetto e ci ha fatto confezionare i nostri manufatti in scatole da tè.

Dopo aver realizzato le presine, abbiamo fatto un collegamento online con gli ospiti del centro e abbiamo presentato reciprocamente i nostri lavori.

Sono stata molto contenta e soddisfatta di aver partecipato a questa iniziativa, grazie alla quale ho capito quanto è importante donare e aiutare le persone che hanno bisogno.

Ginevra Rocca, 1^ F, Scuola secondaria di I grado Alfieri Lante della Rovere

Orti sociali: coesione sociale e solidarietà.

Ripensando a questo primo anno di scuola media mi vengono in mente le numerose attività solidali svolte che mi hanno sensibilizzato.

In particolare, mi ha molto coinvolta la partecipazione alla Giornata del riciclo e del riuso organizzata sabato 15 maggio presso gli orti sociali di Villaggio 95.

Gli orti sociali sono dei laboratori dove, semplicemente coltivando e lavorando la terra, si sperimentano gli effetti benefici della coesione sociale e della solidarietà. Durante questa giornata sono stati venduti ed esposti oggetti realizzati con materiali riciclati sia dagli ospiti di Binario 95 sia da noi alunni della 1F della scuola Alfieri.

Io e i miei compagni, nonostante le iniziali difficoltà, insieme alle professoresse di Religione, Paola Apostoli, e di Arte, Stefania Grillo, siamo riusciti a realizzare bellissimi lavori all’uncinetto con i gomitoli di lana. È stata un’attività divertente e stimolante, ma soprattutto ci ha insegnato quanto l’altruismo faccia bene a chi lo pratica.

Giulia Nitrati, 1^ F, Scuola secondaria di I grado Alfieri Lante della Rovere

Un’esperienza indimenticabile

Quest’anno, grazie alle professoresse di Religione, Paola Apostoli, e di Arte, Stefania Gloria Grillo, io e i miei compagni di classe abbiamo avuto l’opportunità di collaborare con Binario 95: un’associazione che aiuta le persone bisognose senza dimora.

Insieme alla docente di Arte abbiamo creato delle presine e le abbiamo confezionate in scatole da tè riciclate, che poi abbiamo personalizzato con delle decorazioni. Con la prof.ssa Apostoli, gli ultimi giorni di aprile, abbiamo fatto un collegamento online con alcuni ospiti di Binario 95, non potendo recarci lì fisicamente, ed abbiamo mostrato i nostri rispettivi lavoretti: loro avevano realizzato dei lampadari usando ciotole di plastica.

Tutti i nostri manufatti sono stati mostrati e venduti durante la Giornata del riciclo e del riuso. Il denaro ricavato è stato donato in beneficenza per aiutare le persone più bisognose.

Sono davvero contento di aver vissuto questa esperienza, non la dimenticherò mai.

Devo un ringraziamento speciale alle mie insegnanti: Paola Apostoli e Stefania Gloria Grillo.

Claudio Colella, 1^ F, Scuola secondaria di I grado Alfieri Lante della Rovere

Un luogo dove coltivare la speranza

Durante questo primo anno di scuola media io ed i miei compagni di classe abbiamo svolto molte attività solidali insieme a Binario 95: un’associazione che accoglie coloro che non hanno una casa né un lavoro. La prof.ssa di Religione, Paola Apostoli, ci ha presentato questa organizzazione e insieme alla prof.ssa di Arte, Stefania Gloria Grillo, siamo riusciti a collaborare in modo creativo.

La docente di Arte, nello specifico, ci ha insegnato a lavorare all’uncinetto e abbiamo realizzato molte presine, che abbiamo confezionato in scatole da tè riciclate e decorate da noi.

Successivamente abbiamo fatto un collegamento online con gli ospiti di Binario 95 e abbiamo mostrato a vicenda i nostri manufatti. Questi lavoretti sono stati venduti su delle bancarelle durante la Giornata del riciclo, sabato 15 maggio, e i guadagni ottenuti sono stati devoluti in beneficenza a Binario 95.

Tale mercatino è stato organizzato presso gli orti sociali di Villaggio 95: appezzamenti di terra in cui si può coltivare frutta, verdura e socializzare.

Questa iniziativa mi ha molto divertita e mi ha insegnato che ogni persona ha diritto di ricevere aiuto e cure.

Ludovica Parisi, 1^ F, Scuola secondaria di I grado Alfieri Lante della Rovere

BINARIO 95

Via Marsala, 95

00185 Roma

 

Un progetto della cooperativa sociale Europe Consulting Onlus

 

Telefono

06.44360793

Partners

Roma Capitale - Dipartimento delle Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute

Ferrovie dello Stato Italiane

Regione Lazio

 

 

 

 

Per le fotografie utilizzate all'interno del sito si ringraziano: Massimo Bracaglia, Marco Cavallo, Antonella De Chellis, Sara Gargiulo, Giorgio Pagliarulo, Simona Pesce,
Giovanni Sabato, Arianna Screpanti, Melissa Svenson.